venerdì 28 giugno 2013

La Risiera di San Sabba


La Risiera di San Sabba

La Risiera di San Sabba, è stata dichiarata monumento nazionale nel 1965 ed è tristemente nota per essere l’unico campo di sterminio nazista su suolo italiano.

Una volta stabilimento per la pilatura del riso, nel 1943 fu occupato dalle SS che qui deportavano dissidenti politici, partigiani, sloveni e croati e soprattutto ebrei, per poi destinarli ad altri campi, come quelli di Auscwitz e Dachau, dove avrebbero trovato la morte. Dal giugno del 1944 all’aprile del 1945 fu attivo anche un forno crematorio. Complessivamente si stima che il numero delle persone che persero la vita di aggiri intorno alle 4000-5000.

E’ un luogo ricco di simboli, si può visitare il Museo della Resistenza, c’è la possibilità di guardare un video che descrive molto bene la situazione storica con l’integrazione di alcune testimonianze, di persone che dalla Risiera sono sfuggiti alla morte.

E’ un luogo toccante, commovente, che appena entrati ti lascia senza parole, ma con tante riflessioni.

Nessun commento:

Posta un commento