lunedì 1 luglio 2013

L'Anfiteatro Romano




"L'Anfiteatro romano".
La sua edificazione sembra risalire all'epoca dell'imperatore Augusto, ciò è testimoniato soprattutto dal
ritrovamento di alcuni elementi decorativi ( testa di una statua di Venere, capitelli, ecc. ) tipici della fine del I sec. a.C..
Altri ritrovamenti fanno pensare ad una ristrutturazione databile all’età di Nerone ( verso la metà del I sec. d.C.).
L’intervento di ristrutturazione più consistente e importante è avvenuto però fra il 98 e il 102 d.C., in epoca traianea, com’è testimoniato dalle tre epigrafi fatte collocare nel teatro da Quinto Petronio Modesto, un ricco cavaliere triestino che scalando tutti i gradi della carriera militare sotto Traiano ottenne importanti incarichi in
lontane province dell’impero.
Egli sponsorizzò la ristrutturazione del vecchio teatro della sua città facendo rimettere a nuovo la cavea e rinnovando le decorazioni della scena.
Oltre alle epigrafi negli scavi è stato trovato anche il ritratto di Quinto Petronio Modesto, di pregevole fattura, che come le altre statue rinvenute si possono ammirare al civico museo di via Cattedrale.

Nessun commento:

Posta un commento